NOTA! Questo sito utilizza cookie tecnici.

Per proseguire nella navigazione clicca sul pulsante 'Approva'. Per saperne di piu'

Approvo

I cookie di LIR

limbrogliaccioredi.it utilizza i cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che ne visiona le pagine. Gli utenti che accedono al Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer o periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.

Cookie del gestore del Sito

Cookie tecnici limbrogliaccioredi.it utilizza cookie “tecnici”, quali i cookie di navigazione o sessione, quelli di funzionalità e quelli analitici.

Cookie di navigazione o sessione: specificatamente, vengono utilizzati cookie di navigazione o sessione, diretti a garantire la normale navigazione e fruizione del sito web, e quindi finalizzati a rendere funzionale ed ottimizzare la stessa navigazione all’interno del sito.

Cookie di funzionalità: inoltre, vengono installati cookie di funzionalità, strettamente necessari per fornire servizi esplicitamente richiesti dall’utente.

I documenti

Dal Manoscritto, al Brogliaccio, alle lettere di Redi: per chi voglia approfondire.

I documenti che riporto sono i principali strumenti che abbiamo utilizzato per dare vita al libro. Trattandosi di un romanzo basato su una storia vera, è importante avere dei riferimenti certi per poter avanzare opinioni.

Cercheremo di inserire un po' alla volta tutti i documenti che abbiamo utilizzato per dare vita al romanzo: perciò questo link è in costante aggiornamento.

 
Titolo Descrizione Dimensione File
Il Manoscritto Cestoni  In evidenza

Rimasto nascosto tra le carte di Francesco Redi, il Manoscritto Cestoni (Manoscritto 301, è custodito presso la Biblioteca Città di Arezzo) è la chiave di volta di questo romanzo. È stato attraverso l'analisi di questo documento e il raffronto con il Brogliaccio e la Stampa Redi (le Osservazioni...) che è stato possibile avanzare i primi dubbi che poi sono diventate certezze con lo studio di tutti gli altri documenti.

852.83Kb Il Manoscritto Cestoni
Il Brogliaccio Redi  In evidenza

Questa la copia realizzata da Francesco Redi per mandare in Stampa il Manoscritto: il Professore l'ha chiamata Brogliaccio Redi. Tra gli ultimi giorni di giugno e i primi di luglio, Redi distese questo documento che poi diventò la Lettera che nel libro è chiamata Stampa Redi.

6213.38Kb Il Brogliaccio Redi
La Stampa Redi  In evidenza

Fino al 1927, quando Alberto Razzauti ha rinvenuto Manoscritto e Brogliaccio, questo è stato l'unico documento su cui si è basata ogni valutazione storica e storiografica su questo episodio. Con il Brogliaccio ed il Manoscritto ben riposti in qualche angolo della biblioteca personale di Redi, ogni ipotesi di come si siano svolti i fatti hanno potuto contare solo su questo documento, finito tra le opere attribuite a Francesco Redi fin dalla prima edizione dell'Opera Omnia del medico aretino, Cestoni ancora vivente.

2451.61Kb La Stampa Redi
La Corrispondenza tra Redi e Cestoni

Queste sono le lettere scritte da Redi tra il 6 maggio e il 14 ottobre 1687. Attraversano l'arco temporale in cui si sono svolti i fatti narrati ne L'(im)Brogliaccio Redi. Sono state forse trascurate nel ricostruire cronologicamente i fatti. Notate la lettera 28 giugno 1686: nella trascrizione qualcuno ha per errore anticipato l'anno in cui è stata scritta perché i contenuti si riferiscono chiaramente al 1687. Questa svista ha influito sulla corretta catalogazione della lettera e quindi da molti ne è stato sottovalutata l'importanza.

3441.77Kb La Corrispondenza tra Redi e Cestoni
La lettera 645 e 646

Queste lettere del'Epistolario Malpighi, sono forse il principale strumento di attribuzione della scoperta dell'eziologia acarica della scabbia a Cestoni. Sono la versione che due dei maggioi ricercatori e scienziati contemporanei degli eventi narrati in LIR, Lorenzo Bellini e Marcello Malpighi, danno del lavoro di Cestoni: il lavoro è tutto del Cestoni, sostiene Bellini alla fine di pagina 1297 e Malpighi non sembra dubitarne. I due conoscono molto bene il valore di Cestoni e la loro vicinanza con esso è più autorevole di qualsiasi parere dei posteri.

1932.37Kb La lettera 645 e 646
Estratto del Capitolo 3  In evidenza

L'inizio del Capitolo 3: come inizia la storia del pellicello...

455.84Kb Estratto del Capitolo 3
Estratto del Capitolo 6

Per come la vedevo io...

480.57Kb Estratto del Capitolo 6
Estratto del Capitolo 10

Il punto della situazione...cerchiamo di capirci di più...

580.3Kb Estratto del Capitolo 10
Elogio di Diacinto Cestoni

Ma che cosa si diceva di Giacinto Cestoni quando ancora era in vita e pochi anni dopo la sua morte? Ecco una testimonianza di un suo proselite, che non lo conobbe direttamente ma che con molti altri ne diffuse l'opera: Luca Magnanima.

1463.05Kb Elogio di Diacinto Cestoni
LIR, in sintesi.

In breve, il sunto di LIR. Poche pagine per spiegare da dove parte la ricerca che ha condotto a LIR equali sono stati nei secoli i punti controversi e poco dibattuti.

1732.89Kb LIR, in sintesi.
Contributo alla Storia della Scabbia

Questo è il documento definitivo che ha attribuito a Cestoni e Bonomo, in egual misura, la paternità della scoperta dell'origine acarica della scabbia. Dal 1932, non ci sono stati grandi scostamenti in questa attribuzione. In realtà, i fatti contraddicono questa ricostruzione.

9124.29Kb Contributo alla Storia della Scabbia
La scoperta dell'origine acarica della scabbia, Giacinto Cestoni e l'(im)Brogliaccio Redi  In evidenza

Una sintesi breve e veloce degli argomenti trattati ne 'L'(im)Brogliaccio Redi: come colui che è considerato come il primo scienziato galileiano, in realtà, ha rallentato il progresso scientifico per oltre 150 anni.

167.19Kb La scoperta dell'origine acarica della scabbia, Giacinto Cestoni e l'(im)Brogliaccio Redi
Powered by Simple